LAC Consulting: magazzini automatici e magazzini manuali

LAC Consulting: magazzini automatici e magazzini manuali

Un modo diverso di pensare al ROI

Oggi, anche grazie alla grande visibilità che viene data alle tecnologie di automazione per la logistica sui mezzi di informazione, Social Network, convegni, riviste di settore, sono diventate sempre più di dominio di un gran numero di persone interessate a conoscerne vantaggi e svantaggi. Quindi, nonostante una continua evoluzione di queste soluzioni, anche altamente innovative soprattutto negli ultimi anni, in linea di massima oggi si conosce cosa queste soluzioni rappresentano e i generali vantaggi che possono apportare nello specifico nelle attività di handling, stoccaggio intensivo, picking e produzione.
Come diretta conseguenza tra tutte le Aziende che possono essere interessate e che vogliono approfondirne gli aspetti tecnici e economici, nascono alcune domande più che legittime la cui risposta non è così scontata, ad esempio:
  • Alla mia Azienda conviene l’automazione? Se non lo è oggi, quando lo sarà?
  • Il mio business è adatto a queste tecnologie?
  • Qual è il ritorno di investimento medio di queste tecnologie?
  • Qual è il giusto grado di automazione per la mia Azienda?
  • È ancora per la mia Azienda più conveniente una soluzione manuale? Se si, perché? Quali sono i parametri di scelta?
  • Quale fornitore scegliere? Quale soluzione?
Se vi siete mai posti queste domande probabilmente siete in una condizione di dover scegliere una strada o l’altra a fronte di nuovi investimenti che la vostra Azienda vuole compiere nel breve termine o in futuro e avete la necessità di conoscere quale soluzione percorrere, magari valutando opportunità diverse e valutare parametri tecnici e economici di ciascuna e capire perché potrebbe essere fin da subito conveniente affrontare oggi l’investimento oppure definire una road map sul lungo periodo basata su investimenti più ridotti su una soluzione manuale e semiautomatica oggi per poi fra qualche anno procedere con l’automazione se la crescita della azienda è in linea con le vostre stime.
Le risposte a queste domande non sono per nulla banali e molto spesso viene rimandato l’argomento in azienda per mancanza di conoscenza e tempo con il rischio di perdere opportunità o terreno rispetto ai competitor.
In generale e a maggior ragione in questi casi dove probabilmente sono in ballo investimenti da milioni di euro potrebbe essere conveniente capire e valutare attraverso uno studio di progettazione comparativo le diversi soluzioni, sia in ottica automatizzata che non, quindi a diverso grado di automazione, rivolgendosi a società di consulenza come LAC, profonda conoscitrice delle tecnologie di automazione che costituiscono oggi lo stato dell’arte in concomitanza con una esperienza pluriennale sulle soluzioni manuali o semiautomatiche.
Altro aspetto fondamentale, spesso sottovalutato o non considerato, è che percorrere una strada verso l’automazione non presuppone “solo” uno studio di progettazione di un nuovo sistema presso il sito esistente o un nuovo sito ma implica inequivocabilmente uno studio di ridefinizione della suplly chain aziendale, in quanto il nuovo sistema consentirebbe modifiche alla tipologia e struttura del business e abbattere costi di filiera che contribuiranno nella diminuzione del payback periodo dell’investimento.
La possibilità quindi di intraprendere un percorso di collaborazione con LAC al fine di valutare possibili opzioni e calcolare parametri tecnici e ingegneristici, target di progetto e ritorni di investimento costituisce un approccio che aumenta in modo significativo le probabilità di compiere un investimento che sia davvero mirato, diminuendo drasticamente il rischio di compiere scelte progettuali sbagliate o distanti da quelle più adatte, considerare i trend futuri dell’azienda, analizzare i possibili scenari futuri e capire quanto ogni soluzione sarà in grado di far fronte ai cambiamenti e avere quindi una quantificazione oggettiva delle performance e ritorni di investimento.
Diversi sono i casi di studio che possono essere portati ad esempio, che possono coinvolgere anche tecnologie e competenze in ambito di simulazione che LAC dispone, proprio per valutare e dare risposte a priori e tutte le domande progettuali e strategiche che l’azienda legittimamente si pone e valutando diverse strade e diversi fornitori.
In questi casi LAC è stata chiamata a svolgere il ruolo di assicurare, come una vera e propria società di assicurazioni, l’investimento con un prestudio dedicato e il supporto nella successiva fase di implementazione in quanto non esiste la soluzione più vantaggiosa in assoluto, ciò che è fondamentale è la ricerca della progettazione più adatta alle esigenze di breve e medio/lungo periodo per l’Azienda.